Fratelli Barale

Filtri Disponibili

Showing 19–20 of 20 results

Vedi 18/36/Tutti

Regione

Annata

Denominazione

19-20 di 20 prodotti

BARALE FRATELLI

LOCALITÀ: VIA ROMA 6 – BAROLO (CUNEO)
PROPRIETARIO: SERGIO BARALE
ENOLOGO: STEFANO DELLAPIANA
AGRONOMO: SERGIO BARALE
PRODUZIONE ANNUA: CIRCA 75.000 BOTTIGLIE
ETTARI VITATI: 20

L’AZIENDA

Le prime tracce dei Barale nel borgo di Barolo risalgono al XVII secolo, come risulta dai registri parrocchiali. Già a quell’epoca la famiglia possedeva vigneti nelle zone di Castellero, Cannubi, Preda e Costa di Rose. L’azienda vitivinicola è attiva fin dal 1870 ed ha la sua sede in un bel palazzo ottocentesco in pieno centro storico del paese. Sotto la rocca del castello si trova, invece, la cascina Aie Sottane, una delle più antiche case di Barolo risalente al Seicento; da sempre adibita ad attività agricole, è stata di recente ristrutturata nel pieno rispetto dell’architettura originale.

LE PERSONE

Attualmente l’azienda è gestita da Sergio Barale e dalle figlie Eleonora e Gloria. Vignaiolo autentico, nel suo lavoro Sergio è guidato da un profondo rispetto per la sua terra e da una grande conoscenza delle tradizioni di Langa e dei suoi vigneti, grazie alla quale negli anni ha saputo individuare le posizioni più felici da cui trarre originali selezioni o dove sperimentare, in qualche caso, particolari cloni di nebbiolo, sempre alla ricerca della migliore e più pura espressività dei singoli cru.

LA FILOSOFIA

Esattamente come due secoli fa, il carattere dei vini firmati Fratelli Barale è forgiato in vigna mediante assidui lavori di potatura verde e diradamento dei grappoli eseguiti rigorosamente a mano. Il rispetto del territorio è una delle priorità dell’azienda. Tutti i vigneti di proprietà sono impiantati salvaguardando la morfologia delle colline e vengono coltivati secondo tecniche di produzione integrata, a basso impatto ambientale. L’attenzione per le pratiche adottate in vigna riflette, inoltre, la volontà di produrre vini che rispecchino in modo autentico e genuino le caratteristiche del vitigno e della zona d’origine.

IL TERRITORIO

L’azienda può vantare una serie di vigneti posti in alcuni dei luoghi più rinomati delle Langhe, autentici cru del Barolo, del Barbaresco e dei vini dell’Albese. Tra i tanti spicca la storica vigna Castellero a Barolo, dove tuttora sono impiantati vecchi ceppi di nebbiolo delle varietà michet e rosè; la sommità di questa vigna è, poi, luogo di elezione per la barbera, che qui trova le condizioni ideali per una vendemmia tardiva, che la arricchisce di aromi e di struttura; e sempre in questo cru trova dimora una vecchia vigna di pinot nero, dalla quale si ottengono le uve per l’originale Metodo Classico Sullelanghe. Altri prestigiosi vigneti  si trovano nella rinomata località Bussia di Monforte d’Alba; da essi si ottengono un esclusivo Barolo ed un delizioso Dolcetto, prodotto con la rara varietà “dal peduncolo rosso”, poco produttiva e molto resistente. Infine, ma non certo ultime per qualità, vi sono le vigne del favoloso cru Cannubi, del Monrobiolo e di Costa di Rose, tutti a Barolo, oltre alla vigna di Serraboella a Neive, zona di produzione del Barbaresco. L’insieme di tali vigneti incarna un autentico patrimonio di storia, tradizione e qualità, che permette all’azienda Fratelli Barale di realizzare una gamma di vini particolarmente rappresentativa delle diverse potenzialità e sfumature che queste straordinarie colline sono in grado di esprimere.

I PRODOTTI

  • Moscato d’Asti Aie Sottane, Vendita Vini Dolci Online Privilege Wine

    Moscato d’Asti aie sottane

    Giallo paglierino brillante e luminoso, al naso mette subito in bella evidenza le tipiche note aromatiche del moscato, con rosa, salvia, pesca matura e sbuffi agrumati; il sorso è dolce e delicato, fragrante e cremoso, rinfrescato dalla vena acida e dal gradevole rilascio di carbonica. Si accompagna a crostate di frutta, torte di nocciole, panettoni e veneziane.

     11,50
  • Sullelanghe Sergio Barale Spumante Extra Brut

    sullelanghe sergio barale spumante extra brut

    Un bell’esempio di Metodo Classico langhetto, prodotto con il tradizionale sistema della rifermentazione in bottiglia e coccolato fin nei minimi dettagli, compreso il “remuage” eseguito a mano sulle pupitres. Si offre con brillante veste giallo paglierino attraversata da lunghe, sottili e continue catenelle di carbonica; ha profumi fragranti di frutta matura e polposa allietati da dolci note di acacia; sul palato è secco e freschissimo, sapido e particolarmente persistente. Si accompagna a primi piatti in genere e a piatti di pesce e crostacei.

     19,00
Chiudi

Sei in possesso di username e password?
Inseriscili qui.



Sei in possesso di uno dei nostri codici?
Inseriscilo qui.


Inserisci la tua email.
Riceverai la tua password tramite email