fbpx

Cantine Giorgio Lungarotti

Filtri Disponibili

Showing all 11 results

Vedi 18/36/Tutti

Regione

Annata

Denominazione

11 prodotti

 CANTINE GIORGIO LUNGAROTTI

LOCALITÀ: TORGIANO (Perugia)
PROPRIETARIO: FAMIGLIA LUNGAROTTI
ENOLOGO: VINCENZO PEPE, LORENZO LANDI, DENIS DUBORDIEU
AGRONOMO: ATTILIO PERSIA
PRODUZIONE ANNUA: 2.500.000 BOTTIGLIE
ETTARI VITATI: 250

L’AZIENDA

Figlio di proprietari terrieri di Torgiano, terminati gli studi di agraria all’Università degli Studi di Perugia Giorgio Lungarotti affiancò subito il padre nella gestione delle attività agricole di famiglia. Dotato di forte intuito imprenditoriale, negli anni Cinquanta decise di rivoluzionarne l’impostazione attraverso la conduzione diretta dei terreni, prima affidati a mezzadri, e puntando con convinzione sulla viticoltura specializzata. Sperimentatore ardito, nel 1962 fondò le Cantina Lungarotti con la quale, accanto all’opera di recupero e valorizzazione dei vitigni autoctoni, promosse la selezione e l’adattamento di nuove varietà, seguendo e per molti aspetti anticipando le più moderne tendenze dell’enologia grazie all’applicazione di metodi razionali e tecnologie aggiornate e consapevoli. Guidato costantemente dall’amore per la terra e dalla convinzione dell’enorme potenziale del territorio umbro, insieme alla moglie Maria Grazia trasformò la sua idea da “semplice” iniziativa privata a dimensione socio-economica allargata e trainante, disegnando letteralmente “l’Umbria nella mappa enologica mondiale” e facendo emergere un territorio di grandi tradizioni ma, all’epoca, poco conosciuto. L’intuizione vincente è stata quella di creare un legame unico ed efficiente tra impresa vitivinicola e cultura, rendendo il vino elemento forte di un sistema di promozione integrata capace di garantire un insieme produttivo e turistico di straordinaria qualità. Per questo la Cantina Lungarotti si è impegnata, tra le altre iniziative, nella realizzazione del Museo del Vino e del Museo dell’Olivo e dell’Olio, creando inoltre alcune strutture per l’ospitalità degli eno-turisti, perché vino significa anche accoglienza e comunicazione. Dalla fine degli anni Novanta l’azienda, che dopo la scomparsa di Giorgio è guidata dalle figlie e dalla moglie, ha allargato la sua azione a Montefalco, dove è stata realizzata una seconda cantina che affianca quella originaria di Torgiano. L’obiettivo è sempre quello di confermare e rafforzare l’Umbria vinicola nel mondo attraverso un legame intenso fatto di volontà, ricerca e innovazione, responsabilità sociale, rispetto per l’ambiente.

LE PERSONE

Oggi la Cantina Lungarotti è un’impresa al femminile, gestita dalle sorelle Chiara e Teresa per la parte imprenditoriale e dalla madre Maria Grazia per le attività culturali. Maria Grazia, appassionata storica dell’arte, è direttrice della Fondazione Lungarotti; il suo fascino e la sua vivacità intellettuale rapiscono tutti coloro che hanno il piacere di conoscerla e di apprezzarne l’impegno a favore di un’apertura culturale che funga da supporto all’economia agricola e turistica del territorio, promossa attraverso mostre, convegni e pubblicazioni. Chiara, Amministratore Unico delle varie aziende del Gruppo Lungarotti, è laureata in agraria con studi proseguiti a Bordeaux. Imprenditrice energica, ha ereditato dal padre Giorgio l’amore per la terra, di cui confessa di conoscere a occhi chiusi profumo e sapore. Il suo motto è “mantenere, continuare, espandere”, perché al grande rispetto della tradizione e delle radici profonde associa la volontà di sperimentare tecniche e modelli di sviluppo innovativi. Teresa, figlia del primo matrimonio di Maria Grazia con il magistrato Luigi Severini, si è laureata in Enologia alla Facoltà di Agraria dell’Università di Perugia, specializzandosi poi presso l’Institut d’Oenologie de l’Université de Bordeaux. È stata una delle prime donne enologo d’Italia ed ha creato vini che portano la sua firma, dalla cantina al nome alla grafica, dialogando sempre con il consumatore attraverso il linguaggio dell’immagine a richiamo della qualità dei vini, grazie ad un’innata capacità di far convivere enologia e comunicazione, fantasia e cura del dettaglio con naturale duttilità femminile.

LA FILOSOFIA

Fedele all’insegnamento del fondatore, Lungarotti opera nella convinzione che la qualità sia in continuo divenire, mai del tutto acquisita. Per questo è necessario sperimentare, selezionare, fare ricerca, dalla vigna alla bottiglia, con una volontà condivisa da tutti i collaboratori. Da sempre all’avanguardia nella tutela ambientale, da molti anni l’azienda applica una viticoltura eco-sostenibile attraverso pratiche di monitoraggio dell’andamento climatico, concimazione organica, controllo meccanico delle infestanti, senza l’utilizzo di diserbanti chimici o di prodotti di sintesi. Anche in cantina si attuano scelte coerenti con gli indirizzi di sostenibilità ambientale. Se modernissima è la tecnologia, antichi sono i procedimenti, con misurato uso del legno e attento controllo delle temperature; ma è soprattutto alle grotte di affinamento che è legata la tradizione Lungarotti, elemento centrale che contribuisce al carattere distintivo dei vini. Altro punto focale della filosofia Lungarotti è, infine, la tutela del paesaggio, considerato una grande ricchezza del territorio umbro e preservato con attenta cura del verde, oltre che attraverso ristrutturazioni degli storici edifici del borgo di Torgiano o dei casolari tra le vigne che mantengano e valorizzino le tradizionali caratteristiche dell’architettura locale.

IL TERRITORIO

Alle porte di Torgiano, al centro di una delle zone viticole più piccole d’Italia, è la cantina storica, cuore dell’azienda dove ha sede il centro direzionale. Sorta nel 1962 per lavorare le uve provenienti dall’accorpamento delle varie proprietà familiari, riflette l’evoluzione che in questi decenni ha caratterizzato l’enologia italiana. I vigneti si estendono per circa 230 ettari, al cui interno si evidenziano almeno cinque microzone. La varietà delle situazioni pedoclimatiche ha ispirato la scelta dei vitigni e dei portainnesti, con una leggera predominanza delle uve bianche rispetto alle rosse. Gli impianti vocati ai vini bianchi di carattere sono situati sui freschi pendii lungo la valle del Tevere, mentre le pendici delle colline sono riservate alle varietà rosse. Salendo progressivamente fino a 300 metri s.l.m., lungo la dorsale che da Torgiano porta a Brufa, si incontra, poi, un habitat ideale per la coltivazione della vite, riservato alle vigne destinate alla produzione dei cru aziendali. L’attività vitivinicola di Lungarotti non si ferma, però, a Torgiano. Le forti diversità che una regione piccola come l’Umbria sa comunque esprimere hanno rappresentato un forte stimolo tanto che, dal 1999, l’interesse dell’azienda si è rivolto anche al territorio di Montefalco. Dopo una lunga e attenta ricerca, è stata individuata a Turrita di Montefalco una proprietà che, per esposizione e tipologia dei suoli, rispondeva perfettamente al nuovo progetto: a quasi 400 metri s.l.m. sono stati impiantati circa 20 ettari dove, in vigneti che convergono a raggiera verso la nuova cantina, si coltivano sagrantino, sangiovese e merlot.

I PRODOTTI

  • Aurente Chardonnay dell’Umbria - Cantine Lungarotti - Privilege Wine

    aurente chardonnay dell’umbria

    Aurente, un nome che richiama il colore giallo dorato di questo Chardonnay che trova nella piccola percentuale di Grechetto un pizzico di rotondità in più per accentuare il suo carattere territoriale. Il profumo è ampio, intenso, complesso, con sentori di frutta tropicale, banana e salvia avvolti da una speziatura dolce ed elegantemente vanigliata; sul palato dimostra grande struttura, morbidezza ed una vibrante fragranza acida che rende la beva viva e stimolante.

    Ottimo con risotti mantecati o al tartufo, pesci in salsa o arrosto, carni bianche in genere, agnello, formaggi di media stagionatura anche dal sapore intenso.

     
    a partire da  14,50
  • Bianco di Torgiano Torre di Giano

    bianco di torgiano torre di giano

    Il nome di questo vino è strettamente legato a quello del paese di Torgiano. Questo deriva da una torre presente in epoca romana e dedicata al dio Giano, poi ricostruita in epoca medioevale che ne è oggi il simbolo, la Torre di Giano.

    Eccellente aperitivo, in abbinamento con bruschette e crostini. Accompagna con eleganza paste con verdure, vellutate con verdure di stagione, pesce e frutti di mare, zuppa di cipolle, formaggi a pasta molle, anche cotti, e norcinerie.

     6,50
  • Bianco di Torgiano Torre di Giano Vigna Il Pino

    bianco di torgiano torre di giano vigna il pino

    Speciale selezione del Torre di Giano, prodotto fin dagli anni Settanta, è stato uno dei primi bianchi italiani maturati in legno. Di grande equilibrio, ha colore giallo paglierino con brillanti riflessi verdognoli e profumi di pesca e agrumi arricchiti da accenni floreali e vagamente tostati; sul palato è elegante, di ottima beva, con fragranti sensazioni fruttate, fresca acidità, finale lungo e sapido.

    Si abbina a importanti piatti di pesce e crostacei, anche crudi; è, inoltre, particolarmente indicato con cappelletti in brodo, risotti anche a base di tartufo e carni bianche in genere.

    a partire da  15,50
  • Sale
    Montefalco Rosso, Vini di Torgiano (Umbria) - Privilege Wine

    montefalco rosso

    Vino moderno e versatile, di colore rosso rubino con riflessi violacei, al naso mostra buona intensità, note di china, spezie dolci e frutta rossa matura; sul palato rivela piacevole e morbida struttura e fresca acidità, tannini intriganti, lungo finale speziato e leggermente tostato.

    Si abbina a zuppe di cereali e legumi, maialino in porchetta, agnello, carni rosse e formaggi di media stagionatura.

    Annata 2012 bottiglia singola da 75cl
     10,90  9,70
  • Montefalco Sagrantino, Vini di Torgiano (Umbria) - Privilege Wine

    montefalco sagrantino

    Una tradizione vuole che il nome del Sagrantino sia stato inventato dall’imperatore Federico II di Svevia dopo che il suo prezioso falco sacro fu salvato da un medicamento a base di vino di Montefalco, all’epoca chiamato Coccorone. Vitigno da sempre coltivato nel comprensorio di Montefalco, in tempi recenti è stato protagonista di uno dei più eclatanti successi vitivinicoli italiani. La versione di Lungarotti si presenta di colore rosso rubino profondo e concentrato, con profumo ampio e di grande complessità caratterizzato da note di mora e mirtillo avvolte da tocchi di cacao, spezie dolci e china; sul palato rivela struttura potente, ben fruttata e irrobustita da una tannicità fitta e possente, che sostiene il gusto in un finale assai persistente.

    Si abbina ad arrosti di carne rossa, maialino, cacciagione e selvaggina, capriolo e formaggi piccanti.

    a partire da  18,30
  • Montefalco Sagrantino Passito - Cantine Lungarotti - Privilege Wine

    montefalco sagrantino passito

    Uva tra le più ricche di tannini al mondo, con le antiche tecniche di coltivazione il sagrantino non raggiungeva mai la piena maturazione e manteneva, quindi, un gusto verde ed astringente. L’unico modo per stemperare la forte carica tannica era quello di vinificarlo come vino passito, così che il suo carattere rustico risultasse ammorbidito dall’alta concentrazione zuccherina. Il tradizionale Sagrantino Passito è oggi un vino moderno e raffinato, che nella versione di Lungarotti si offre con un profondo colore rubino-violaceo e profumi di straordinaria intensità, tra i quali si riconoscono la confettura di frutti di bosco, la prugna secca ed il cioccolato avvolti in una morbida speziatura appena tostata; il gusto è ricco e concentrato, la dolcezza risulta equilibrata dalla vibrante acidità e i tannini di solida struttura allungano il gusto in una persistenza piacevolmente speziata.

    Si abbina ai dolci al cioccolato, meglio se guarniti di confettura di frutta rossa, alle crostate, ai dolci secchi e ai formaggi stagionati.

     25,80
  • Olio Extra Vergine di Oliva Umbria Colli Martani Dop - Lungarotti - Privilege Wine

    olio extra vergine di oliva umbria colli martani dop

    Ottenuto dalla spremitura a freddo di olive delle cultivar frantoio, leccino e moraiolo raccolte a mano all’invaiatura negli oliveti di Torgiano e delle colline circostanti, è un olio che esprime in modo genuino le caratteristiche della sua terra d’origine. Verde brillante con riflessi dorati, intensamente profumato con sentori erbacei, ha gusto deciso, piccante e amarognolo, di grande personalità ed equilibrio.

    Ottimo condimento in cucina e a crudo su verdure, bruschette, zuppe di legumi, grigliate e bolliti.

     
    a partire da  7,80
  • Rosso di Torgiano Rubesco - Lungarotti - Privilege Wine

    rosso di torgiano rubesco

    La storia di Rubesco è la storia dell’azienda Lungarotti. Fin dalla prima uscita nel 1962, si è fatto subito notare per lo spirito innovativo e la personalità netta. Il nome deriva dal latino rubescere, arrossire; un’intuizione di Maria Grazia, moglie di Giorgio Lungarotti, che ha rilanciato nel mondo l’enologia umbra. L’etichetta è variata negli anni, seguendo il gusto grafico dei tempi, ma ha sempre rappresentato la scena di vendemmia di una delle formelle della Fontana Maggiore di Perugia, opera duecentesca di Nicola e Giovanni Pisano. Di colore rosso rubino profondo con lievi riflessi violacei, ha profumo delicato e di buona intensità con ricordi speziati di pepe e cannella su uno sfondo di confettura di frutta rossa, viola e tabacco; il gusto è ricco e concentrato, evolve con fresca acidità e tannini austeri, che sostengono un lungo finale fruttato.

    È perfetto sia per la tavola di tutti i giorni, sia per i piatti di alta cucina, in particolare a base di carne arrosto o grigliata; ottimo con i formaggi a media stagionatura, per il suo corpo moderato è eccellente anche nella preparazione di salse.

     7,80
  • San Giorgio Rosso dell’Umbria - Cantine Lungarotti - Privilege Wine

    san giorgio rosso dell’umbria

    Prodotto la prima volta nel 1977, porta la firma di Giorgio Lungarotti che, nella sua continua voglia di sperimentare, volle provare questo uvaggio di Cabernet Sauvignon e Sangiovese, all’epoca ancora inconsueto. L’etichetta rappresenta San Giorgio e il drago, tratti dal famoso dipinto di Raffaello oggi conservato al Louvre, in omaggio alla tradizionale festa di San Giorgio, quando a Torgiano vengono accesi falò propiziatori nelle vigne bruciando i sarmenti di potatura. Di colore rosso rubino profondo con intense sfumature violacee, regala un profumo intenso, complesso, ampio, con ricordi di confettura di frutti rossi, spezie dolci e fragranti tocchi balsamici e mentolati; sul palato è possente, generosamente fruttato, di grande concentrazione, con tannini fitti e finale di lunga persistenza.

    Si esalta su arrosti di carne rossa, stufati e brasati, cacciagione, selvaggina e formaggi piccanti.

     
    a partire da  21,30
  • Torgiano Rosso Riserva Rubesco Vigna Monticchio - Privilege Wine

    torgiano rosso riserva rubesco vigna monticchio

    Rubesco è il vino che ha fatto la storia della Cantina Lungarotti e trova la sua massima espressione nella versione Riserva, ottenuta da una selezione della Vigna Monticchio. Si offre con colore rosso rubino intenso dalle sfumature violacee e profumi eleganti, complessi, con ricordi di visciola e di violetta avvolti da sottili richiami di cacao, caffè, pepe e chiodo di garofano; sul palato dimostra struttura calda e consistente, tocco fruttato generoso, tannino intrigante e lungo finale speziato arricchito da un fresco accenno balsamico. Potente e aristocratico, si abbina ai raffinati piatti della cucina internazionale come filetto di pepe con senape giapponese, piccione al tartufo nero, arrosto di bue con wasabi, anatra alla pechinese, faraona alla ghiotta e formaggi stagionati.

    a partire da  26,50
  • Vin Santo di Torgiano - Cantine Lungarotti - Privilege Wine

    vin santo di torgiano

    Di colore giallo ambrato con accesi riflessi dorati, il Vin Santo di Lungarotti offre intensi profumi di albicocca, fico secco, confettura, miele e fiori gialli essiccati; sul palato la carica zuccherina mostra equilibrio e concentrazione, rinfrescata dall’acidità lievemente agrumata che dona slancio alle note fruttate e sostiene il gusto in un persistente finale.

    Si accompagna ai formaggi stagionati ed erborinati, al foie gras, ai dolci secchi e alle crostate; tradizionale è l’abbinamento con il biscotto di cialda umbro.

       
     19,60
Chiudi

Sei in possesso di username e password?
Inseriscili qui.



Sei in possesso di uno dei nostri codici?
Inseriscilo qui.


Inserisci la tua email.
Riceverai la tua password tramite email