fbpx

Braida

Filtri Disponibili

Showing all 10 results

Vedi 18/36/Tutti

Regione

Annata

Denominazione

10 prodotti

BRAIDA

LOCALITÀ: LOCALITÀ CIAPPELLETTE, S.P. 27 N.9
ROCCHETTA TANARO (ASTI)
PROPRIETARIO: GIUSEPPE E RAFFAELLA BOLOGNA
ENOLOGO: GIUSEPPE BOLOGNA
AGRONOMO: ROBERTO ABATE
PRODUZIONE ANNUA: CIRCA 500.000 BOTTIGLIE
ETTARI VITATI: 55

L’AZIENDA

La storia dell’azienda ebbe inizio con un soprannome, “Braida”, che il bisnonno Giuseppe Bologna di guadagnò su piazze e sagrati giocando la domenica a pallone elastico, sport tradizionale di queste terre. Il figlio Giacomo ereditò dal padre il soprannome, le vigne e l’amore incondizionato per il vino. Dal 1961 Braida è l’immagine fedele della filosofia di Giacomo e della moglie Anna, del loro modo di intendere la vita, la terra, il vino ed i rapporti di amicizia. Oggi sono Raffaella e Giuseppe Bologna a guidare con entusiasmo una realtà di eccezionale reputazione e notorietà.

LE PERSONE

Il prestigio dell’azienda è strettamente legato alla genialità di Giacomo Bologna, che con le sue intuizioni “inventò” letteralmente un nuovo modo di intendere la Barbera d’Asti. Scomparso prematuramente nel dicembre del 1990, Giacomo ha lasciato l’azienda nelle capaci mani della moglie Anna, che ne ha tenuto le redini con ispirata competenza insieme ai figli Giuseppe e Raffaella fino alla sua morte, avvenuta nel 2010. Oggi la realtà di Braida si identifica soprattutto con tre persone: Giuseppe Bologna, impegnato fin dal 1990 nel consolidare e migliorare ulteriormente la produzione, oltre che nell’incrementare la proprietà dei vigneti, privilegiando le questioni agricole e di cantina; la sorella Raffaella, che segue la parte commerciale dell’azienda, facendo tesoro di quanto appreso dalla sconfinata abilità della mamma Anna; Norbert Reinisch, marito di Raffaella, austriaco innamorato del vino che conobbe Braida durante una visita alle cantine di Rocchetta Tanaro ed ora ne è direttore commerciale per l’estero. Accanto a loro operano diversi collaboratori di provate esperienza e competenza nei vari settori tecnici e commerciali nei quali si suddivide l’attività aziendale; insieme danno vita ad uno staff affiatato che rappresenta un punto di forza imprescindibile per il successo dell’azienda.

LA FILOSOFIA

Fu Giacomo Bologna, tra gli anni Settanta e Ottanta del secolo appena trascorso, ad intuire quale fosse la strada attraverso la quale consentire alla Barbera di assurgere all’Olimpo dei vini più blasonati. Comprese, infatti, come un vitigno così rude, rustico e scorbutico necessitasse di alcuni accorgimenti in vigna ed in cantina per riuscire a esprimere al massimo il suo potenziale. In primo luogo Giacomo operò un radicale cambiamento in vigna, con drastiche riduzioni delle rese per ettaro e per ceppo così da favorire la concentrazione degli acini; allungò, poi, il periodo di maturazione, in modo da ottenere minore acidità e tannini più fini; in cantina introdusse, quindi, l’uso delle barriques, le piccole botti in rovere da 225 litri ritenute fondamentali per integrare ed infittire gli scarsi tannini che, in natura, la barbera possiede; affinò, infine, il processo di vinificazione, ponendo grande attenzione soprattutto nello svolgimento della fermentazione malolattica, indispensabile per mitigare ulteriormente il rude impatto dell’acidità. Con coraggio, ma soprattutto attraverso un attento lavoro di analisi e studio, Giacomo Bologna fece della Barbera un vino di assoluta eccellenza, che a lui deve la sua attuale fama internazionale. Giuseppe e Raffaella ne hanno raccolto il testimone, impegnandosi senza risparmio di forze per far proseguire alla Barbera la conquista dello status di nobiltà e qualità, che qualcuno vorrebbe riservata solo agli ormai onnipresenti vitigni internazionali.

IL TERRITORIO

Le proprietà dei Bologna si suddividono tra Monferrato e Langhe. Cuore dell’attività sono i vigneti di Rocchetta Tanaro, dove i terreni sono principalmente di medio impasto, con sabbia ed argilla pressoché in egual misura; essi comprendono i pregiati cru Bricco dell’Uccellone, Bricco della Bigotta e Montebruna. Altre vigne si trovano a Castelnuovo Calcea e a Costigliole d’Asti, sempre nel Monferrato: terreni sciolti e leggeri composti da sabbie calcaree nel primo caso, argilloso-calcarei con ottima esposizione collinare nel secondo. Nelle Langhe, invece, si coltiva il moscato sui terreni a prevalenza di sabbia calcarea di Mango, mentre i terreni sciolti, ricchi di sabbia misti a marna calcarea di Trezzo Tinella risultano ideali per la produzione di vini bianchi fermi commercializzati con il marchio della Tenuta Serra dei Fiori, azienda creata insieme ai fratelli Renzo e Valerio Giacosa.

I PRODOTTI

  • barbera d’asti ai suma

    “Ai suma!”, ovvero “Ci siamo!”: così esclamò Giacomo Bologna in dialetto piemontese quando finalmente riuscì ad ottenere da questa Barbera l’eleganza, la classe e la pienezza che andava ricercando. Vino prodotto solo in annate particolarmente favorevoli, rappresenta l’apice della produzione di Braida. Rosso rubino molto intenso con riflessi granata, ha profumo ampio, ricco e complesso, con fitti sentori di frutti di bosco e sfumature di vaniglia, liquerizia e cacao; sul palato è pieno e poderoso, di grande struttura ma nello stesso tempo elegante e sensuale, armonico ed eccezionalmente persistente. Si accompagna a grandi piatti di carne, arrosti anche con salse, formaggi stagionati.
    a partire da  254,76
  • Barbera d'Asti Bricco dell'Uccellone, Braida - Privilege Wine

    barbera d’asti bricco dell’uccellone

    Il curioso nome del cru da cui provengono le uve per questo vino, il Bricco dell’Uccellone, deriva dal fatto che un tempo nella casa accanto al vigneto viveva una vecchia signora sempre vestita di nero, per questo soprannominata “l’uselun”. Barbera straordinario, davvero un campione assoluto dal colore rosso rubino con riflessi granata e profumi ricchi e complessi, maturi e di grande concentrazione, con piccoli frutti di bosco, spezie, vaniglia, accenni di liquirizia e balsamici ricordi di sottobosco; sul palato è generoso, di eccezionale struttura, rotondo e confortevole, sostenuto in una lunga persistenza dalla precisa vena acida e dalla finissima tannicità. Accompagna grandi piatti di carne, arrosti anche con salse, formaggi stagionati.
     90,00
  • barbera d’asti bricco della bigotta

    Il vigneto La Bigotta è così chiamato in ricordo di una vecchia signora che abitava nei pressi, nota perché in fatto di religione sembrava badare più alle pratiche esteriori che agli autentici significati spirituali. Vi nasce una Barbera di colore rosso rubino dai lievi riflessi granata, con profumi ricchi e persistenti giocati su note evolute e sensazioni di liquerizia, viola, prugna e vaniglia; sul palato il gusto si fonde in una personalità intensa e vigorosa ma ben equilibrata, con le note tostate e speziate che avvolgono il frutto polposo donando suadenza e potenza. Accompagna arrosti di carne, cacciagione e selvaggina, formaggi a pasta dura.
    a partire da  47,00
  • barbera d’asti montebruna

    L’etichetta della Barbera d’Asti Montebruna è particolarmente suggestiva ed evocativa. Le lettere che compongono il nome rappresentano, infatti, i numerosi appezzamenti di terreno che sono stati acquisiti per ricostituire una proprietà di grande valore enologico; richiamano, inoltre, i filari che sembrano disegnati dai versi delle poesie, dalle emozioni suscitate nei loro autori. Così, attraverso un naturale processo di identificazione tra la vigna ed i versi a lei dedicati, si è data voce a una terra che ha molto da raccontare e lo fa, in questo caso, grazie ad un vino dal carattere peculiare. Montebruna riprende, infatti, l’antica tradizione della Barbera vinificata in botti grandi, ma rivisitata nella più autentica filosofia di Braida; un vino lontano, dunque, da vecchi e rustici cliché, che si presenta in una veste di colore rosso rubino violaceo e colpisce per i netti profumi di ciliegia matura e piccoli frutti rossi; il gusto è profondo, pieno, armonico, fragrante ed equilibrato, di ottima beva e dal finale lungo, nitido, piacevolmente ammandorlato. Si abbina a primi piatti a base di pasta, secondi di carne bianca o rossa, formaggi e insaccati.
    a partire da  13,70
  • Grappa Invecchiata di Bricco dell’Uccellone Braida - Privilege Wine

    grappa invecchiata bricco dell’uccellone

    Grappa ottenuta dalla distillazione delle vinacce della Barbera d’Asti Bricco dell’Uccellone e invecchiata 3 anni nelle barriques precedentemente utilizzate per l’affinamento del vino.

    a partire da  63,50
  • Langhe Bianco Il Fiore, Braida, Vini Bianchi - Privilege Wine

    langhe bianco il fiore

    L’azienda Serra dei Fiori è sorta nel 1988 a Trezzo Tinella (Cuneo) da una collaborazione tra la famiglia Bologna, proprietaria dell’azienda Braida di Rocchetta Tanaro (Asti), ed i fratelli Renzo e Valerio Giacosa. Vi si producono vini bianchi dalla forte personalità, proposti con un marchio che gioca sulla sintonia degli sguardi dei proprietari, sguardi positivi che si uniscono in fiore, sul gioco, attraverso il seme e il valore delle carte.

    Figlio di questa visione, Il Fiore è vino dal colore giallo paglierino che si apre al naso su profumi floreali per lasciare poi spazio a raffinati e freschi tocchi minerali. Sul palato dimostra altrettanta freschezza e pulizia, persistenza e profondità; col tempo evolve verso sensazioni di elegante complessità. Accompagna antipasti magri, primi piatti delicati e ricette a base di pesce della cucina mediterranea.

     11,50
  • Langhe Chardonnay Asso di Fiori, Braida, Vini Bianchi - Privilege Wine

    langhe chardonnay asso di fiori

    L’azienda Serra dei Fiori è sorta nel 1988 a Trezzo Tinella (Cuneo) da una collaborazione tra la famiglia Bologna, proprietaria dell’azienda Braida di Rocchetta Tanaro (Asti), ed i fratelli Renzo e Valerio Giacosa. Vi si producono vini bianchi dalla forte personalità. Come nel gioco delle carte, l’Asso rappresenta il simbolo più alto nella produzione della tenuta, uno Chardonnay dal colore giallo paglierino intessuto di riflessi dorati, che offre al naso profumi ampi ed avvolgenti con importanti sentori di frutta, vaniglia e qualche vago accenno fumé; sul palato è sontuoso, appagante, giocato su un raffinato equilibrio tra frutto e note boisé. Si abbina agli antipasti, ai piatti di pesce, alle carni bianche e ai fritti.

     21,00
  • Sale
    Langhe Nascetta La Regina Braida, Vini Bianchi - Privilege Wine

    langhe nascetta la regina

    L’azienda Serra dei Fiori è sorta nel 1988 a Trezzo Tinella (Cuneo) da una collaborazione tra la famiglia Bologna, proprietaria dell’azienda Braida di Rocchetta Tanaro (Asti), ed i fratelli Renzo e Valerio Giacosa. Vi si producono vini bianchi dalla forte personalità. La Regina nasce da una rara uva autoctona piemontese, la nascetta, che negli ultimi anni ha acquisito prestigio fino ad ottenere il riconoscimento ufficiale nella Doc Langhe Nascetta, grazie anche agli studi su di essa condotti da Serra dei Fiori in collaborazione con l’Università Agraria di Torino. Vino di colore giallo paglierino con riflessi più intensi, esprime in pieno tutte le peculiarità di un’uva semi-aromatica qual è, appunto, la nascetta, con agrumi, mela, pera, fiori d’acacia, frutta esotica e pompelmo avvolti da ritorni di fieno e vegetale fresco; il tempo e l’evoluzione ne svelano, poi, tutto il carattere minerale: i profumi virano, infatti, verso raffinate note di idrocarburi e pietra focaia, mentre al gusto le dolci note fruttate si fanno sempre più sapide e saline. Grande come aperitivo, si abbina anche a pesce crudo, carni bianche e formaggi freschi.

     13,50  11,60
  • Langhe Riesling Re di Fiori Braida, Vini Bianchi - Privilege Wine

    langhe riesling re di fiori

    L’azienda Serra dei Fiori è sorta nel 1988 a Trezzo Tinella (Cuneo) da una collaborazione tra la famiglia Bologna, proprietaria dell’azienda Braida di Rocchetta Tanaro (Asti), ed i fratelli Renzo e Valerio Giacosa. Vi si producono vini bianchi dalla forte personalità. Re dei Fiori è un vino davvero “regale”, così come nobile ed aristocratico è il riesling, il vitigno da cui prende vita. Di colore giallo paglierino dai caldi riflessi, ha profumi intensi e penetranti; in gioventù esprime marcati sentori fruttati di agrumi e mela verde, che con l’affinamento in bottiglia si caricano di netti accenti minerali; il gusto, sapido, di buona concentrazione e molto fresco grazie alla viva acidità, si distende in una stimolante persistenza, succosa e di nuovo segnata da sottili richiami minerali. Ottimo con la cucina di mare, dal pesce crudo ai piatti più elaborati.

     13,50
  • monferrato rosso il bacialé

    In dialetto piemontese il termine “Bacialè” indica lo sponsale, colui che combina i matrimoni. Questo vino nasce, infatti, da un perfetto matrimonio tra la barbera ed altre uve dal respiro internazionale. Di colore rosso rubino intenso e brillante, ha profumo vinoso e speziato, impreziosito dalle delicate note di mora del Pinot Nero; sul palato è caldo, appagante, complesso ed elegante, con la matura sensazione di frutta rossa stimolata dai tocchi speziati di pepe e cannella. Accompagna gli antipasti all’italiana, le carni rosse e bianche, i formaggi non troppo stagionati.
    a partire da  13,70
Chiudi

Sei in possesso di username e password?
Inseriscili qui.



Sei in possesso di uno dei nostri codici?
Inseriscilo qui.


Inserisci la tua email.
Riceverai la tua password tramite email