fbpx

Jacopo Biondi Santi - Castello di Montepò

Filtri Disponibili

Showing all 6 results

Vedi 18/36/Tutti

Regione

Annata

Denominazione

6 prodotti

Jacopo Biondi Santi – Castello di Montepò

LOCALITÀ: LOCALITÀ MONTEPÒ – PANCOLE (GROSSETO)
PROPRIETARIO: JACOPO BIONDI SANTI
ENOLOGO: LUCA MARTELLI
AGRONOMO: N.D.
PRODUZIONE ANNUA: N.D.
ETTARI VITATI: 50

L’AZIENDA

Il Castello di Montepò è una possente struttura fortificata che sorge nella campagna a nord di Scansano, un tempo importante baluardo posto a difesa di questa zona della Maremma grossetana. La fortezza forma un unico corpo con lo sperone di roccia su cui poggiano le sue fondamenta, avvolto da un paesaggio ricco di boschi e terreni storicamente vocati alla produzione di uve.
È in questa tenuta che, fin dagli anni Novanta, Jacopo Biondi Santi ha deciso di porre le basi per scrivere una nuova pagina della storia vitivinicola toscana.

LE PERSONE

Jacopo Biondi Santi, toscano “Docg” in linea diretta maschile dal 1310, erede della famiglia che ha letteralmente “inventato” il Brunello di Montalcino, non si è seduto sugli allori di un glorioso retaggio, ma al Castello di Montepò ha voluto dare vita a nuove tradizioni attraverso vini dallo stile contemporaneo, ottenuti da innovative interpretazioni dei vitigni autoctoni ed internazionali.

LA FILOSOFIA

Da una parte la consapevolezza di chi sa di aver contribuito in larga misura a fare la storia e la tradizione del Brunello di Montalcino; dall’altra la passione e la capacità imprenditoriale, unite alla possibilità di compiere importanti investimenti in viticoltura. La tenuta di Montepò incarna l’intraprendenza di un uomo fortemente radicato nel territorio toscano, che esprime la propria individualità creando una sorta di ponte tra passato e futuro attraverso un complesso ed articolato progetto di valorizzazione vitivinicola teso ad evidenziare le potenzialità dei terreni e del microclima. Uno studio microclimatico e pedologico condotto da un gruppo di esperti professionisti, riconosciuto in varie e autorevoli sedi come uno dei più completi e avveniristici mai realizzati per un’azienda vitivinicola, ha permesso di esaltare le caratteristiche di ogni singolo vitigno impiantato, ovvero il merlot, il cabernet sauvignon e, soprattutto, il sangiovese grosso “Brunello Biondi Santi 11”, lo storico clone BBS11 che rappresenta il risultato di 200 anni di selezione clonale nelle microzone della Tenuta Greppo di Montalcino.

IL TERRITORIO

Il comprensorio vitivinicolo dell’area maremmana di Scansano, nella zona sud-ovest della provincia di Grosseto, si estende su una fascia collinare e pedecollinare che da nord e da est digrada a sud verso la pianura di Albinia e ad ovest in direzione del litorale tirrenico e della pianura grossetana. I vigneti della tenuta di Montepò sono variamente esposti e collocati a diverse altitudini fino a raggiungere i 500 metri s.l.m.. L’azione protettiva dell’anfiteatro di colline aperto a nord rende il microclima ventilato e asciutto; insieme alla ricchezza minerale dei sottosuoli scistosi ed alle significative escursioni termiche giornaliere contribuisce a creare una situazione pedoclimatica davvero felice per la viticoltura.

I PRODOTTI

  • morellino di scansano annata

    Un Morellino di Scansano di intensa tonalità rubino con sfumature purpuree, profuma di more e frutti di bosco maturi e concentrati ingentiliti da un morbido accenno di spezie e fiori; il sorso è di nuovo ben fruttato, piacevolmente fresco e intessuto da una misurata tannicità. Con piatti di carne, spiedini, carni alla griglia e formaggi di media stagionatura.
    a partire da  22,00
  • morellino di scansano riserva

    Un vino che rappresenta la storia vinicola ilcinese, autentico paradigma del Brunello di Montalcino, il campione con il quale tutti i vini della Denominazione devono necessariamente misurarsi; ma la Riserva di Biondi Santi sa sempre distinguersi con la sua personalità unica ed inconfondibile. Di colore rubino brillante, che col tempo vira su caldi riflessi granata, profuma di cuoio e sottobosco, rosa e violetta, ciliegia e grafite, un bouquet complesso e variegato che ritorna sul palato accompagnato da una tannicità fitta e rigorosa, da un’acidità fiera e schietta. Un Brunello concepito per un’evoluzione calibrata su un lunghissimo orizzonte temporale che, se da giovane può spiazzare per la severa austerità, col passare degli anni dimostra in modo sempre più inequivocabile quanto grande possa essere il Sangiovese nel terroir di Montalcino. Si abbina a tutti i piatti nobili di carne, selvaggina e cacciagione.
    a partire da  47,00
  • morione toscana

    Vino elegante, caldo, maturo, potente e seducente, Morione rappresenta la volontà di Jacopo Biondi Santi di sperimentare e differenziarsi. È un Merlot di colore rubino fitto ed intenso, con generosi profumi fruttati e speziati che ritornano sul palato impreziositi da una tannicità finissima e da una raffinata vena di sapidità, a tratti quasi minerale. Si abbina a piatti dal sapore intenso, carni rosse, arrosti, selvaggina e formaggi a pasta dura.
     292,00
  • sassoalloro oro toscana

    È una versione speciale limitata del celeberrimo Sassoalloro del Castello di Montepò. Ottenuto dalla selezione delle migliori uve sangiovese dei vigneti aziendali, riposa più a lungo in botte per raggiungere risultati di maggior complessità e finezza, che si risolvono in un vino rosso dallo spirito moderno, ma dotato di classica eleganza. Si abbina ai piatti di carne, cacciagione e selvaggina nelle più diverse preparazioni.
     44,00
  • sassoalloro toscana

    Esempio forse più significativo del rinnovamento e della sperimentazione condotti da Jacopo Biondi Santi al Castello di Montepò, prodotto con lo stesso clone BBS11 di sangiovese utilizzato per produrre il Brunello al Greppo, la storica tenuta di famiglia a Montalcino, Sassoalloro si presenta di colore rosso rubino tendente al violetto e sfoggia intensi profumi di frutti rossi e di viola mammola ammorbiditi dalla speziatura dolce e lievemente tostata; il sorso è avvolgente e suadente, attraversato da una tannicità minuta e ravvivato da un’acidità ben equilibrata. Si abbina a primi piatti al sugo di carne, carni arrostite e alla brace, funghi e tartufo.
    a partire da  22,00
  • schidione toscana

    È una delle etichette più note ed apprezzate del Castello di Montepò, frutto di un blend tra il toscanissimo Sangiovese ed i raffinati francesi Cabernet Sauvignon e Merlot. Insieme danno vita ad un vino dal profondo colore rosso rubino, giocato al naso su complesse ed eleganti note speziate, di vaniglia e liquerizia, che avvolgono il frutto maturo e la sensazione floreale di viola e rosa; il sorso è morbido eppur possente, carnoso, ricco, setoso, lungo ed assai persistente. Si abbina a piatti di carne importanti e saporiti, selvaggina, cacciagione e formaggi anche ben stagionati.
    a partire da  130,00
Chiudi

Sei in possesso di username e password?
Inseriscili qui.



Sei in possesso di uno dei nostri codici?
Inseriscilo qui.


Inserisci la tua email.
Riceverai la tua password tramite email